NuovoClima.it

Chi altro vuole essere in REGOLA con la normativa?

 
\”Quante volte ti è saltato in mente di acquistare un condizionatore, per altro a basso costo in quanto ti allettavano il prezzo e l’offerta super mega accattivanti, e successivamente farlo installare dall’amico del tuo amico che suo cugino gli ha consigliato?\”

Se stai leggendo questo articolo è perché hai sentito parlare di normativa inerenti all’installazione e manutenzione del condizionatore e magari il cugino del tuo amico di suo fratello amico dell’amico non ne sapeva proprio nulla, ti ha fatto il lavoro (chissà poi se bene o male) si è preso i suoi soldini, che poi erano i tuoi, e se ne è andato.

Tu eri felice perché avevi speso niente per l’acquisto ed ancora meno per l’installazione e ti sentivi pienamente orgoglioso del tuo super affare.
Poi ti è capitato di aver sentito la notizia che ora, in realtà già da qualche anno, l’installazione di un condizionatore è disciplinata da una normativa complessa che richiede competenze e, soprattutto, certificazioni che solo ed esclusivamente un professionista può garantirti.
Ora mio consiglio spassionato, il cugino del tuo amico che suo fratello gli ha consigliato è meglio lasciarlo stare dove sta e soprattutto evitare di consigliarlo a qualcun altro.
Scegliendo questa scorciatoia si va incontro a GRAVI PERICOLI che vado qui ad elencarti:

  • Potrebbe succedere che l’apparecchiatura sia stata installata in modo errato rischiando così sia il malfunzionamento che la fuoriuscita dei gas fluorurati dannosissimi per l’ambiente;
  • Non si è in regola con la normativa;
  • Sono previsti controlli a campione su qualsiasi impianto di climatizzazione da parte degli enti
    locali, se riscontrano irregolarità possono emettere sanzioni che vanno tra i 500,00 e i 3.000,00 €

Capisci bene che in questo caso il tuo risparmio iniziale è stato completamente annullato.
Inoltre la sanzione verrà fatta anche a chi ha installato l’impianto, non essendo in regola con la normativa vigente, rischia così una sanzione che va dai 1.000,00 ai 6.000,00 €

Hai mai sentito parlare del protocollo di Kyoto?

\"pale
Il protocollo di Kyoto è un accordo internazionale in materia ambientale per ostacolare il surriscaldamento del pianeta.
E’ stato redatto l’11 dicembre 1997 appunto a Kyoto da più di 180 paesi maentrato in vigore solo il 16 febbraio 2005.
Osserva il video della NASA che ci rivela l’aumento delle temperature registrate sulla superficie terrestre tra il 1880 ed il 2012:
https://www.youtube.com/watch?v=YuH8LbSWk60
Successivamente al protocollo l’U.E. ha pensato ad un piano che potesse contrastare il cambiamento climatico.
E’ stato quindi chiamato:

Il “PIANO 20-20-20”

ovvero si deve cercare di:

  • Ridurre le emissioni di gas del 20%
  • Alzare la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili del 20%
  • Portare il risparmio energetico al 20%

\”Indovina un po\’ entro quale anno?
Eh già, entro il 2020!\”

Dal 1° gennaio 2015 quindi è in vigore una nuova normativa europea sui gas fluorurati ad effetto serra (F-gas) n.517/2017.
Tali gas sono sostanze artificiali impiegate e applicate in vari settori come per esempio:

  • Refrigeranti negli impianti di condizionamento dell\’aria e nelle pompe di calore;
  • nell\’industria cosmetica e farmaceutica
  • Sistemi antincendio
  • e molti altri …

Il regolamento conferma l\’obbligo per i cittadini di far installare ed eseguire controlli periodici di verifica delle perdite di gas refrigerante delle proprie apparecchiature fisse di climatizzazione estiva o delle pompe di calore da persone e aziende certificate.

Tale norma inoltre dovrebbe essere rispettata anche dai rivenditori:

  • Devono avere un registro di vendita dove annotano quantitàe tipologia di F-gas venduti.
  • Vendere tali gas solo alle aziende certificate dal DPR 43/2012.

E’ VIETATO VENDERE UN CODNIZIONATORE A UN PRIVATO IN CENTRI COMMERCIALI, ONLINE, IN SUPERMERCATI O PRESSO LA GRANDE DISTRIBUZIONE,
SE NON SI DIMOSTRA CHE VERRA’ INSTALLATO DA UN OPERATORE SPECIALIZZATO.

Sarebbe quindi opportuno che a comprare il condizionatore sia direttamente il profesionista specializzato e abilitato all’acquisto.

Come riconoscere un operatore specializzato visto che sicuramente non lo avrà scritto in fronte.

  • Deve possedere i requisiti previsti dalla lettera C della nuova 46/90 (decreto 22 gennaio 2007) Nel sito del registro delle imprese inserendo il nome della ditta potrai richiedere la visura e da lì capire se possiede tali requisiti.
  • Essere iscritto al Registro Telematico Nazionale delle persone e/o imprese certificate secondo il DPR N° 43/2012 F-gas
  • Avere la qualifica Fonti Energia Rinnovabili (FER)

Ultimo accorgimento:
se ti viene installato un condizionatore con potenza maggiore o uguale a 12 kw, l’installatore dovrà lasciarti il Registro delle apparecchiature, una sorta di carta d’identità del tuo macchinario, che verrà di volta in volta aggiornato dal manutentore durante i controlli periodici o dopo le manutenzioni.
Leggi anche l\’articolo che ho scritto sul libretto d\’impianto:  Ecco tutto quello che DEVI sapere sulla DIFFERENZA fra il registro dell\’apparecchiatura ed il libretto d\’impianto.

RICAPITOLANDO

Per non incorrere alle sanzioni che vanno dai 500,00 ai 3.000,00 € è bene ricordarsi che:

  • Dal 1° gennaio 2005 è entrato iin vigore il nuovo regolamento europeo sui gas fluorurati ad effetto serra N.517/2017 (F-gas)
  • Tale regolamento OBBLIGA IL CITTADINO di far installare e di far eseguire i dovuti controlli e manutenzioni alle PROPRIE apparecchiature fisse di climatizzazione estiva o delle pompe di calore da PERSONE E AZIENDE CERTIFICATE.
  • Gli stessi rivenditori dovrebbero rispettare tale norma non vendendo tali apparecchiature a chi non è un operatore specializzato e certificato

Viene considerato operatore specializzato chi:

  • Possiede i requisiti previsti dalla lettera C della nuova 46/90 (registro imprese)
  • E’ iscritto al Registro Telematico Nazionale delle persone e/o imprese certificate secondo il DPR N° 43/2012 (F-gas)
  • Avere la qualifica Fonti Energia Rinnovabili (FER)

Ricorda anche di farti compilare il registro delle apparecchiature prima dall’installatore e poi dal manutentore ogni volta che viene a controllare e manutenere il tuo condizionatore.
Se hai motivo di pensare che potresti non essere in regola per esempio, con il libretto d’impianto, contattami subito oppure scrivimi un commento così che possa aiutarti a capire come regolarizzare la tua posizione e a non incappare in una pesante sanzione. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.